• English
  • Français
  • Italiano
  • Español
Graziano Vietnam 1
Tu sei qui:Home / NEF / NEF 2015 / Notizie in Famiglia - 14 Marzo 2015 / Le nostre case di formazione
12/03/2015

Le nostre case di formazione

Ingresso nella vita religiosa, a Bangalore

Le nostre case di formazione

A partire dal mese di agosto 2014, cinque giovani hanno deciso di rispondere alla chiamata di Gesù e di seguirlo sulla via dei consigli evangelici come betharramiti. Quello che hanno osservato e amato finora circa la vita consacrata, lo possono ora mettere in pratica ogni giorno, sotto la guida di P. Chan, scj. Si tratta di un tempo di iniziazione e di prova che hanno la possibilità di vivere a Bangalore (India), in una comunità vivace e piena di colori.

“L’esperienza di vita e la testimonianza dei missionari che hanno completamente votato la loro vita all’evangelizzazione, la semplicità dello stile di vita dei membri e il carisma: “Ecce Venio, Eccomi, Signore, vengo per fare la tua volontà” della Congregazione del Sacro Cuore di Gesù di Bétharram, ci attirano verso il noviziato di questa famiglia. Siamo disponibili e pronti per qualunque missione e in qualunque luogo il Signore ci chiami, per rispondere ai bisogni della Chiesa.
Durante questo primo anno, contiamo di approfondire il nostro rapporto personale con Gesù, la conoscenza del carisma e della vita religiosa per essere testimoni del regno di Dio. Vorremmo approfondire la nostra identità di discepoli di Cristo e crescere come persone e religiosi maturi nello stile della Congregazione del Sacro Cuore di Gesù di Betharram."

Questo è quanto scrivono i 5 novizi, provenienti dai Vicariati di India e Tailandia. Al momento, i tre fratelli indiani sono impegnati nel dare ripetizione ai bambini del Centro di accoglienza “Xavier Care Home” e nel fare animazione liturgica la domenica, dando prova di grande disponibilità e senso di appartenenza. Sono tutti impegnati in servizi comunitari, quali, per esempio, prendersi cura delle camere degli ospiti, del giardino interno, delle liturgia domenicali e del coro. Inoltre partecipano ai programmi di inter-noviziato con novizi di altre congregazioni.

Padre Chan, cosa proponi loro per prepararli alla nuova forma di vita, cioè alla vita religiosa? - Innanzitutto propongo loro una formazione che li porti ad “essere una persona umana e poi un religioso”, seguendo lo stile Betharramita, cioè vivere l’ Ecce Venio concretamente nel nostro quotidiano dal mattino alla sera, con amore e entusiasmo. Quindi a praticare le virtù del Sacro Cuore di Gesù, in particolare l’umiltà nella nostra vita quotidiana e praticare la Lectio Divina ogni giorno, dare importanza all’esame di coscienza, fatto due volte al giorno, a mezzogiorno e la sera prima del riposo.

Quali obiettivi sono prioritari? - Durante il primo anno di noviziato - il cosiddetto anno canonico - è importante assicurare un accompagnamento personale per ogni novizio, perché maturi nelle varie dimensioni della vita religiosa (consacrazione, vita comunitaria e missione), come i due discepoli in viaggio verso Emmaus, con Gesù al fianco, che li prepara per la missione che li attende. Cerco di essere loro di aiuto attraverso corsi di inter-noviziato, attraverso un’esperienza personale della spiritualità vissuta in comunità e fuori comunità grazie ad un’esperienza pastorale (ministero con i bambini della Xavier Home e con i laici) per favorire una formazione integrale come Betharramiti nella Chiesa.

Ti senti arricchito nello svolgere questo servizio? - Come religioso sono sicuramente impegnato a condividere con i miei fratelli la gioia di essere con Gesù perché questo li ispiri a vivere la loro vocazione alla sequela di Cristo. Con umiltà, faccio ogni sforzo per rinnovare quotidianamente la mia vita in Cristo per rispondere alla sua chiamata dicendo: Eccomi, Signore, vengo per fare la tua volontà nella mia attività quotidiana. L’attività di accompagnamento di questi giovani fratelli, mi aiuta a esaminare la mia stessa vita perché ogni giorno anch’io mi possa convertire, come persona, come religioso e come prete per vivere la mia vita come Betharramita, secondo il disegno di Dio su di me.

Soprattutto, come formatore mi rendo conto del bisogno che la grazia cresca nella mia vocazione e tenga fisso il mio sguardo su Gesù, nostro modello perfetto: “Credi quello che leggi, insegna quello che credi e pratica quello che insegni”; l’eco di queste parole risuona sempre dentro di me e mi ricorda la mia identità di religioso e prete.

Chan Kunu scj
Maestro dei novizi

Azioni sul documento

« giugno 2024 »
giugno
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
nef

NEF logo portletNEF, NOTIZIE IN FAMIGLIA

Nef è il bollettino ufficiale della Congregazione del Sacro Cuore di Gesù di Betharram.
La redazione è a cura del Consiglio Generale.

Per leggere la NEF puoi consultare l’apposita sezione del portale che contiene anche l'archivio degli anni scorsi.

Qui sotto gli ultimi tre numeri pubblicati...